Efp Guide IT
martedì 19 marzo 2019

home / festival / festival

C'è un tempo per... l'integrazione

13° Festival di Cortometraggi

dove:Bergamo, Sarnico
quando:9 - 13 aprile 2019
indirizzo:Via San Bernardino, 77
IT-24125 Bergamo
tel:+39 035-459-2548 Bergamo, BG 24125
email:festival@untempoper.com
sito web:www.untempoper.com
scadenza:28 febbraio 2019
modulo iscrizione:Iscrizione Online

Il Festival, promosso dalla Cooperativa Ruah in collaborazione con Lab 80 film e una rete di altri soggetti sostenitori, si propone come momento di incontro per la presentazione e promozione di film e video di ogni nazionalità e genere che affrontino i temi dell’integrazione tra persone, famiglie, popolazioni di diversa appartenenza culturale e provenienza nazionale.
Il Festival riserva particolare attenzione alle cinematografie emergenti, ai giovani cineasti e agli autori indipendenti.
Possono essere iscritti film che:
documentino aspetti e avvenimenti positivi della realtà in mutamento, sempre più multiculturale, multi linguistica e multi religiosa, nonché le iniziative volte ad aumentare la conoscenza delle buone pratiche ad essa connesse in tal senso;
raccontino esperienze di convivenza possibile perché aperta al dialogo, al confronto reciproco, allo scambio e non timorosa nell’affrontare conflitti;
rappresentino modalità virtuose di inclusione, socializzazione e interazione interculturale.
Il programma del Festival “C’è un tempo per… l’integrazione” si articola nelle seguenti sezioni:
Concorso internazionale per documentari della durata massima di 52 minuti.
Concorso internazionale per opere di finzione di ogni genere della durata massima di 20 minuti.
Le opere ammesse saranno valutate da Giurie appositamente costituite che assegneranno i seguenti Premi:
a) premio di 1000 euro lordi al miglior documentario che, possedendo elevate qualità artistiche, corrisponda agli obiettivi culturali e divulgativi cui il Festival si ispira.
b) premio di 1000 euro lordi a miglior cortometraggio di finzione che racconti l’integrazione secondo gli obiettivi del Festival.
d) Premio di 500 euro lordi alla migliore opera realizzata da Istituti scolastici o singole classi del territorio italiano
e) Premio intitolato alla memoria di Saad Zaghloul consistente in un pacchetto formativo di 12 ore inerente l’approccio interculturale (erogato dalla Cooperativa Ruah) alla migliore opera realizzata da Cooperative Sociali, Associazioni di volontariato e Enti appartenenti al Terzo settore con sede in Lombardia.
Saad Zaghloul era un giovane di origine marocchina, tra i primi nel territorio del Basso Sebino a collaborare attivamente per favorire i processi di integrazione.
Le giurie si riservano anche di assegnare particolari Menzioni speciali.
Anche il pubblico presente in sala agli eventi di proiezione sarà inviato ad esprimere il proprio vincitore al quale attribuire la targa “C’è un tempo per… l’integrazione”.