8 1/2
giovedì 24 gennaio 2019

home / festival / festival

Valsusa FilmFest

XXIII Edizione

quando:11 - 26 aprile 2019
indirizzo:Via Bruno Buozzi 2 bis
IT-10055 Condove (To)
tel:+39 011 9644707
fax:+39 011 9644707
email:segreteria@valsusafilmfest.it
sito web:www.valsusafilmfest.it
scadenza:5 marzo 2019
modulo iscrizione:Iscrizione Online

Le 5 sezioni di concorso sono:
Cortometraggi, Workshop Laboratorio Valsusa, Fare Memoria, Videoclip e Le Alpi.
La sezione “Cortometraggi” è a tema libero e riservata a film e video di finzione della durata massima di 15 minuti, senza preclusione di stili, generi e tecniche di realizzazione.
La sezione “Workshop Laboratorio Valsusa” è a tema libero, è aperta a tutti, ma è rivolta in particolare a cortometraggi amatoriali e/o sperimentali prodotti con piccoli budget. La sezione è aperta anche agli istituti scolastici di ogni ordine e grado.
La sezione “Fare Memoria”, proposta in collaborazione con l’ANPI - Associazione Nazionale Partigiani d'Italia – è riservata a opere che intendono “fare memoria” di una testimonianza del passato, ispirata al tema o ai valori della Resistenza, o di un avvenimento di attualità che quei valori interpreta.
La sezione “Videoclip” è riservata a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6 minuti, senza preclusione di stili o generi musicali, ma il cui brano non sia una cover di altri artisti. Il concorso è suddiviso in due sezioni: produzioni amatoriali, con realizzazione home made o comunque con un massimale di spesa non superiore ai 1000 euro, e produzioni con un budget massimo di spesa di 5000,00 €.
La sezione “Le Alpi” è riservata a filmati sul tema della montagna: dall’alpinismo e altri sport verticali all’esplorazione, dalla tutela dell’ambiente e delle specie animali alla cultura, alla vita e alle abitudini di piccole e grandi comunità.
La qualità delle opere partecipanti al concorso è aumentata molto nel corso degli ultimi anni e nella scorsa edizione si è pensato di aggiungere la sezione “Workshop Laboratorio Valsusa” per dare spazio ad autori che non potrebbero competere con produzioni professionali.
La XXIII edizione del Valsusa Filmfest dedicherà ampio spazio alla salvaguardia dell’ambiente, tema di continua e crescente emergenza, purtroppo quasi sempre assente dai dibattiti politici.
"Pianure screpolate, argini di fango secco, fiumi aridi, polvere giallastra, case e capannoni abbandonati: in un’Europa prossima ventura. (...) Oggi l'unica rivoluzione possibile è impedire al mondo di disfarsi. Bisogna innanzitutto pensare a conservare quello che è essenziale" [dal libro “Qualcosa là fuori” di Bruno Arpaia].
Il Valsusa Filmfest dal 1997 anima la Valle di Susa e la caratterizza come un luogo aperto all'incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici, proiezioni fuori concorso e numerosi eventi a cavallo tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.
Un festival itinerante che si svolge in numerosi comuni della Valle di Susa e che coinvolge scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone grazie al suo profondo radicamento nel territorio.
In 23 anni di storia il festival è diventato un importante presidio culturale con una macchina organizzativa sempre più complessa e basata quasi esclusivamente sul volontariato.
Inoltre, il Valsusa Filmfest collabora attivamente con altre realtà sparse sul territorio italiano e dal 2010 fa parte della “Rete del Caffè Sospeso”, network di festival, rassegne e associazioni culturali in mutuo soccorso.
Tutte queste caratteristiche fanno sì che il festival riesca sempre a proporre cartelloni di qualità con eventi e ospiti di alto spessore.
L’obiettivo principale è sempre stato quello di promuovere cultura dando ampio spazio alle nuove generazioni e a eventi in grado di far riflettere e cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.