Efp Guide IT
martedì 19 febbraio 2019

Che cos'è l'amore

vedi anche

teaser

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Che cos'è l'amore

titolo originale:

CHE COS'È L'AMORE

regia di:

cast:

Vanna Botta, Danilo Reschigna

sceneggiatura:

fotografia:

Giuseppe Ceravolo

montaggio:

Luigi Carbone

produzione:

Circonvalla Film, Feedback Audiovideo

paese:

Italia

anno:

2015

durata:

63'

formato:

HD - colore

status:

Pronto (31/05/2015)

premi e festival:

Milano, giorni nostri. Danilo Reschigna è un uomo di 50 anni affetto da tetraparesi spastica. Di professione fa il drammaturgo e l’attore teatrale. Ha vissuto con i suoi genitori fino alla loro scomparsa e non ha mai avuto una relazione d’amore vera. Vanna Botta ha 93 anni e a dispetto della sua età è una donna vitale: fa la pittrice, figlia d’arte di un grande e noto scultore. Si è sposata una sola volta nella sua vita e dopo la morte del marito, non ha più avuto altri uomini. Danilo e Vanna sono due artisti, due persone singolari; ciò che li rende unici è qualcosa che hanno in comune: il loro amore. Infatti si sono conosciuti 3 anni fa ed è stato un autentico colpo di fulmine: si sono innamorati alla follia e da allora non si sono più separati. Nel corso del tempo, i due hanno costruito un rapporto puro, trasparente, unico, senza falsi moralismi e inutili possessività, che coinvolge il corpo e la mente, straordinario nonostante o forse in virtù della loro differenza d’età. Un rapporto simbiotico in cui Danilo riconosce in Vanna la madre, la confidente, l’amante, la complice; a sua volta, Vanna ha trovato in Danilo una ragione per amare e continuare a vivere.
Il documentario vuole raccontare il loro rapporto, seguendo le giornate dei due personaggi che trascorrono lentamente, tranquillamente, chiusi in casa, mentre fuori della finestra la città si prepara freneticamente all’evento di Expo 2015. Vanna e Danilo si alzano, fanno colazione, dipinge lei, scrive lui, a volte passeggiano, cenano e vanno a letto mentre parlano e riflettono sulla vita, sull’amore e sulla morte.
Vanna è consapevole che presto tutto finirà perché il motivo che rende unico il loro amore è anche la ragione della sua stessa fine. Il suo stato d’animo è perciò animato da vari sentimenti e pulsioni: dal dispiacere di abbandonare questa vita a cui si è nuovamente e saldamente legata, dalla preoccupazione di lasciare solo Danilo e dal desiderio di coronare il suo sogno d’amore, sposandosi, per dare maggiore rispettabilità e liceità alla loro unione. Anche Danilo è conteso tra il desiderio di rimanere eternamente fedele a questo amore e la ricerca di un’altra donna che possa riempire il vuoto lasciato da Vanna quando non ci sarà più.

NOTE DI REGIA:
Esplorando il tema universale di Eros e Thanatos, in un gioco tra realtà e finzione, “Che cos’è l’amore” narra la relazione sentimentale tra Danilo e Vanna, sia osservando sia ricostruendo la loro quotidianità densa di silenzi e di parole sussurrate, di ritmi lenti e gesti delicati - l’alzata dal letto alla mattina, la colazione, il pranzo, la passeggiata nel parco e al Cimitero Monumentale dove sono custodite alcune opere scultoree del padre di Vanna, le prove teatrali di Danilo, il lavaggio del corpo che Vanna fa a Danilo, la scena d’amore nella camera da letto, le coccole prima di addormentarsi. A metà tra rappresentazione del reale e sua rielaborazione poetica, il documentario vuole fotografare la dimensione temporale dei due protagonisti: quella della vita limitata dall’attesa della morte, quella assoluta dell’amore e dell’arte che preoccupata solo di compiacere se stessa si pone in contrasto con l’implacabile e prepotente ritmo del mondo al di fuori.