8 1/2
martedì 19 febbraio 2019

home / news / articolo

Successi d'autunno per il cinema italiano

Successi d'autunno per il cinema italiano

Mater Natura raccoglie i suoi frutti
Si apre positivamente la stagione autunnale 2005 per il film Mater Natura di Massimo Andrei. Di ritorno dal successo di fine estate della Settimana Internazionale della Critica, 62° Festival di Venezia, in cui si è aggiudicato ben tre premi (Premio Gan del Pubblico, Premio FEDIC e Premio ISVEMA) è stato presentato con successo - lunedì scorso c’è stata la seconda proiezione alla presenza del regista e dell’attrice protagonista Maria Pia Calzone al 32° Festival di Ghent, uno tra i maggiori festival del Belgio, dove rappresenta la nostra cinematografia insieme a L'estate di mio fratello di Pietro Reggiani.
In oltre a fine ottobre il film parteciperà al Festival di Cinema Italiano di Villerupt in Francia (28 ott. 12 nov.), mentre dal 4 al 12 novembre sarà nella sezione competitiva Generaciòn Europa al Festival di Siviglia.

Vento di terra premiato al festival di cinema europeo dell’Essonne
Vento di terra di Vincenzo Marra, presentato in competizione al Festival Europeo Cinessone (1 - 15 ottobre) - manifestazione che si svolge all'interno del dipartimento dell'Ile de France, comprendendo diverse località che ospitano a rotazione le pellicole europee selezionate – ha vinto il premio per il Miglior Attore grazie all’interpretazione del giovane Vincenzo Pacilli (già premio Miglior Attore al Festival Premiers Plan D’Angers 2005)
Continua dunque il successo del film nei maggiori festival internazionali: sono più di 20 i festival che nel 2005 lo hanno ospitato e presentato al pubblico di tutto il mondo.
Ricordiamo tra i festival degli ultimi mesi in cui il film è stato programmato, il Festival Internazionale di Alessandria (Il Cairo 7 – 13 settembre), selezionato in competizione, e il Festival di Annecy (28 settembre – 4 ottobre), presentato come evento speciale.

Premio Panorama a La Guerra Di Mario
Il film La guerra di Mario di Antonio Capuano ha vinto il Premio Panorama alla 18ª edizione del Panorama of European Cinema - Film Festival, manifestazione tenutasi ad Atene dal 29 settembre al 9 ottobre 2005. Il film era stato presentato nella sezione International Panorama insieme a Le conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino e Eros: Il filo pericoloso delle cose di Michelangelo Antonioni.
Ricordiamo che il film è stato presentato in concorso al Festival di Locarno 2005, dove è stato insignito della Menzione Speciale Interpretazione (Marco Grieco), al Toronto International Film Festival 2005, in Contemporary World Cinema, ed è ospite da oggi fino al 3 novembre al The Times BFI London Film Festival nella sezione Cinema Europa.

Stefano Rulli vince a Vancouver
Un silenzio particolare di Stefano Rulli ha vinto la 24/a edizione del Vancouver International Film Festival. Il documentario, prodotto dalla Paneikon, è stato affidato alla Village (Gabriella Guido) per le vendite estere. Il documentario ha al suo attivo già diversi riconoscimenti tra i quali la Menzione Speciale della Giuria e il Premio dei Lettori del Dauphiné Libéré al Festival di Annecy 2005 e il Premio Arca Cinema Giovani - film digitale alla Biennale di Venezia 2004. Il film si era anche aggiudicato il premio come Miglior Documentario alla scorsa edizione dei David di Donatello.
Da segnalare anche il Premio del Pubblico assegnato al film coprodotto da Cattleya Va e vivrai di Rahu Mihaileanu.