SicilyFarm Film Festival

5. Edizione

SicilyFarm Film Festival

dove:Farm Cultural Park, Favara (AG)
quando:20 - 23 agosto 2020
email:info@sicilyfarm.it
sito web:www.sicilyfarm.it/
scadenza:31 maggio 2020
modulo iscrizione:Iscrizione su Filmfreeway.com

Il SicilyFarm Film Festival nasce con l’intento di portare un cinema d’elìte all’aperto nel cuore della Sicilia, in due luoghi straordinari come Farm Cultural Park e la suggestiva Valle dei Templi di Agrigento. Le tematiche affrontate nelle opere dei registi di tutto il mondo sono molteplici: lo sviluppo rurale dei paesi più poveri, l’accoglienza, persone e luoghi che cercano di cambiare il mondo, l’innovazione culturale e tecnologica.
Il SicilyFarm Film Festival è rivolta alla produzione di cortometraggi capaci di raccontare, con linguaggi poco scontati, “storie di cambiamento” emozionanti e coinvolgenti.
Il Main Partner del Festival è l’IFAD, un’istituzione finanziaria internazionale e un’agenzia specializzata delle Nazione Unite con sede a Roma. L’IFAD investe sulle popolazioni rurali, mettendole in condizione di ridurre la povertà, aumentare la sicurezza alimentare, migliorare la qualità dell’alimentazione e rafforzare la loro capacità di resilienza. L’IFAD fornisce ai paesi in via di sviluppo prestiti a tassi agevolati e donazioni. Mobilita inoltre cofinanziamenti da parte dei suoi stati membri, dai paesi in via di sviluppo e dai beneficiari stessi dei progetti.
Il Parco Archeologico e paesaggistico Valle dei Templi è ampio circa 1300 ettari e qui appartengono i resti dell’antica città di Akragas e il territorio circostante sino al mare. La Valle dei Templi è stata dichiarata nel 1997 dall’Unesco “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”. Oggi la Valle dei Templi conta più di un milione di visitatori l’anno.
Farm Cultural Park è un Centro Culturale Indipendente nato 9 anni fa ed è oggi uno straordinario esempio di sviluppo territoriale durevole e sostenibile.
L’obiettivo è non solo quello di sensibilizzare l’opinione comune su quelle persone e quei luoghi che stanno ripensando il nostro futuro, ma anche di promuovere comportamenti proattivi rispetto alla trasformazione della nostra società.
Le categorie selezionate per il festival sono cinque. Le diverse tematiche daranno più spazio a molti più artisti all’interno del festival.
Le categorie sono le seguenti:
• Corto a tema libero: Sezione dedicata ai cortometraggi che narrano film o video di finzione senza preclusioni di stili, generi e tecniche di realizzazione. La durata massima sarà di 20’ compresi i titoli di testa e coda.
• Corto/Documentario a tema (IFAD): Sezione dedicata ai cortometraggi che narrano film, documentari o video di finzione che narrano i paesi più poveri attraverso le questioni agricole/rurali, la sicurezza alimentare, il clima e l’ambiente, le popolazioni indigene ed un particolare focus verrà effettuato sui paesi coperti dalla Divisione NEN dell’IFAD.
La durata massima delle opere sarà di 20’ compresi i titoli di testa e coda.
• Documentario: Sezione dedicata agli autori che dedicano la propria arte al linguaggio documentaristico, senza preclusioni di stili, generi e tecniche di realizzazione. La durata massima sarà di 20’ compresi i titoli di testa e coda.
• Videoclip: Sezione dedicata agli artisti e registi che realizzano videoclip musicali, un linguaggio cinematografico molto differente dalle altre sezioni. Questo spazio darà spazio sia agli autori che alle band presentate. La durata massima sarà di 6’ inclusi i titoli di testa e coda.
• Corto d’animazione: Sezione dedicata a tutti i cortometraggi realizzati con la tecnica dell’animazione. Ogni tematica ed ogni tipo di racconto rientra nei parametri purchè venga raccontato con l’animazione. La durata massima delle opere sarà di 10’ compresi i titoli di testa e coda.