Cruel Peter (opera seconda)

vedi anche

Trailer

titolo originale:

CRUEL PETER

cast:

Aran Bevan, Zoe Nochi, Aurora Quattrocchi, Katia Greco, Christian Roberto, Giuseppe Marino, Claudio Castrogiovanni, Antonio Alveario, Biagio Pelligra, Elisabetta Fusari, Alessio Bonaffini, Rosie Fellner, Henry Douthwaite, Angelica Alleruzzo, Arcangelo Ciulla, Terence Booth, Alberto Molonia, Gabriele Greco, Lorella Galvani, Margherita Smedile

sceneggiatura:

fotografia:

montaggio:

Roberto Lattanzi

scenografia:

costumi:

Renzo Iemmolo

effetti visivi:

Leonardo Cruciano, Nicola Sganga

produttore:

produzione:

paese:

Italia

anno:

2019

durata:

90'

formato:

colore

status:

Pronto (13/06/2019)

premi e festival:

1908. Messina è una delle città più vive del Mediterraneo. Il suo grande porto ospita le navi delle compagnie britanniche. Tanti sono gli inglesi che si sono trasferiti in città per fare affari con l'esportazione di vino, essenze e zolfo. Peter ha tredici anni ed è l'unico erede di una ricchissima famiglia di commercianti, gli Hoffmann. Viziato e prepotente, commette atroci crudeltà nei confronti degli animali, della servitù e di tutti i bambini che frequentano la sua casa. Nessuno ha il coraggio di ribellarsi alle sue cattiverie. Un giorno Peter seppellisce vivo il cane di Alfredo, il figlio del giardiniere, e lo sfida a trovare il cucciolo prima che muoia per asfissia. Alfredo lo trova, ma è troppo tardi. La notte di Natale, mentre un terribile temporale si abbatte su Messina, Peter vede qualcuno aggirarsi nel parco. Per nulla intimorito e certo che si tratti di Alfredo, Peter esce, affronta l'oscurità e scopre un'inquietante lapide di legno. Mentre si china per raccoglierla, qualcuno lo colpisce alla testa con un bastone. Quando Peter si risveglia, comprende con orrore di essere stato rinchiuso in una bara. Alfredo l'ha seppellito nel cimitero Monumentale di Messina, lasciandogli solo una piccola fessura per respirare. Nei due giorni che seguono tutta la città è alla ricerca di Peter Hoffmann. Ma quando Alfredo, tormentato dagli incubi, si precipita al cimitero per salvarlo, succede qualcosa che cambierà per sempre il destino di tutti. È l'alba del 28 dicembre. Un boato improvviso e fortissimo. Il più forte terremoto della storia d'Europa ha appena raso al suolo Messina. Tutto è polvere e morte. Peter, ancora vivo, ignora di avere sfiorato la salvezza. Nessuno verrà più a cercarlo, nessuno lo tirerà fuori da quella bara. Sarà dimenticato. Almeno fino a quando, cent'anni dopo, una ragazzina lo risveglierà dal suo sonno maledetto. Più crudele di prima.