Il Quaderno nero dell'amore (opera prima)

titolo originale:

IL QUADERNO NERO DELL'AMORE

sceneggiatura:

Marilù Manzini, Luca Biglione, Francesca Demichelis, dal romanzo omonimo di Marilù Manzini

fotografia:

scenografia:

costumi:

Silvia Paradiso

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2019

durata:

94'

formato:

colore

status:

Pronto (23/11/2019)

premi e festival:

  • Capri, Hollywood 2019

“Ogni atto sessuale svolto dai tre partecipanti dovrà essere riportato su questo quaderno” recita la prima regola del Quaderno nero, un’agenda Louis Vuitton in cui tre amici annotano puntigliosamente i loro incontri e i segreti indicibili delle loro vite.
Maria Vittoria, soprannominata Mavi, è designer d’interni, ha un fidanzato noiosissimo (figlio di un re della piastrella), e colleziona odori di persone in indumenti conservati sottovuoto.
E’attraverso lei e al suo svelamento ad uno psichiatra seguiamo le vicende dei tre amici e il loro uso di quel quaderno nero che, col pretesto di documentare e dare voti ai rapporti sessuali, nasconde invece pensieri, follie, confessioni, segreti, forse anche crimini…
Per mezzo di quelle annotazioni riportate sull'agenda-diario, ogni singolo personaggio porta gli spettatori nel privè esclusivo dei propri più intimi desideri. Su quel quaderno sono raccolte le confidenze più scabrose, i particolari più scioccanti, le riflessioni bastarde o anche semplicemente i momenti di confusione e tristezza. I due amici che partecipano al “ gioco” del quaderno nero oltre a Mavi sono Paola e Riccardo.
Paola è un’aspirante starlet di rara bellezza. Giornalista sportiva di una tv locale, va a letto con chiunque per fare carriera, aizzata da una madre-mantide. E’ fin dall’adolescenza che la cara mammina spinge la figlia a non porsi barriere morali di nessun tipo pur di arrivare al successo.
Riccardo, accanito amatore seriale, sta conducendo alla rovina il locale alla moda che ha pagato sua nonna e che gestisce con madornale insipienza. E’ quel che si dice un figlio di papà che si crogiola nella fortunata situazione da privilegiato. Le donne sono la sua irresistibile fissazione, colleziona una conquista dietro l'altra, in modo ossessivo, "seriale", belle e meno belle difficilmente sfuggono alla sua rete d'incallito seduttore. Ha però un sogno, l’unica donna che non ha mai avuto e che desidera fin da quando era un ragazzo un po’ sfigato. Quando avrà anche lei scoprirà che i sogni è meglio se rimangono tali.
Il quaderno nero, iniziato solo come un gioco per condividere le proprie avventure sessuali, con tanto di voti e regole, finirà per mostrare aspetti segreti e a volte inaspettati dei tre amici.
Tra momenti di sesso, altri anche di commedia e situazioni estreme, Mavi lascerà emergere le proprie frustrazioni e il suo desiderio di riscatto, Paola, proprio quando starà per soddisfare l’ambizione della madre , verrà bloccata da una malattia che lei, abituata a subire, trasformerà nel proprio successo. Riccardo, lasciato senza un soldo dal padre, farà emergere un lato di sé molto pericoloso, criminale…
Ma durante il corso degli avvenimenti intuiremo che in quel libro nero c’è qualcosa di più rispetto alle storie raccontate. Perché ogni tanto Mavi perde il filo del suo racconto? Cosa c’entra quel grattacielo che si vede continuamente? Perché a volte le storie si mischiano? Perché sentiamo la presenza di qualcun altro, qualcuno che sembra spiare da sempre la vita dei tre amici? Qual è il rapporto tra Mavi e un particolare psichiatra? Qual è il vero segreto del libro nero?