Klimt & Schiele. Eros e Psiche

vedi anche

Trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Klimt & Schiele. Eros e Psiche

Klimt & Schiele. Eros e Psiche

titolo originale:

KLIMT & SCHIELE. EROS E PSICHE

titolo internazionale:

KLIMT & SCHIELE. EROS AND PSYCHE

regia di:

cast:

Lorenzo Richelmy

fotografia:

Mateusz Stolecki

produzione:

3D Produzioni, Nexo Digital, con il contributo del MiBACT

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2018

durata:

90'

formato:

colore

uscito in sala:

22/10/2018

La notte del 31 ottobre 1918 a Vienna, nel letto della sua casa, muore Egon Schiele, una delle 20 milioni di vittime dell'influenza spagnola. Schiele si spegne guardando in faccia il male invisibile, come solo lui sa fare: dipingendolo. Ha 28 anni e solo pochi mesi prima il salone principale del palazzo della Secessione si è aperto alle sue opere, 19 oli e 29 disegni, con la celebrazione di una pittura che rappresenta le inquietudini e i desideri dell'uomo. Qualche mese prima è morto anche il suo maestro e amico Gustav Klimt, che dall'inizio del secolo aveva rivoluzionato il sentimento dell'arte, fondando un nuovo gruppo: la Secessione. Oggi i capolavori di questi due artisti attirano visitatori da tutto il mondo, a Vienna come alla Neue Galerie di New York, ma sono anche diventati immagini pop che accompagnano la nostra vita quotidiana su poster, cartoline e calendari. Cent’anni dopo, le opere di questi artisti visionari – tra Jugendstil e Espressionismo – tornano protagoniste assolute nella capitale austriaca, insieme a quelle del designer e pittore Koloman Moser e dell’architetto Otto Wagner, morti in quello stesso 1918, sempre a Vienna.