Almost Nothing

vedi anche

Trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Almost Nothing

Almost Nothing

titolo originale:

ALMOST NOTHING

cast:

Giulio Aielli, Luis Alvarez Gaume, Olga Beltramello, Sergio Bertolucci, Mar Capeans Garrido, Paola Catapano, Suseshna Datta-Cockerill, Michele De Gennaro, Silvano De Gennaro, Jean-Pierre Delahaye, Alvaro de Rujula, Natasha Egger, John Ellis, Wilfrid Farabolini, Daniel Figueroa, Fabiola Gianotti, Angela Higney, Ieva Kabasinskaite, Andrea Latina, Django Manglunki, Colette Marx-Neilsen, Dimitar Mladenov, Lakshmi Prabha Nattamai Sekar, Marzio Nessi, Markus Nordberg, Thomas Otto, Daniel Siemaszko, Lynn Veronneau, Wolfram Zeuner, Maf Alidra, Joelle Belman, Daniele Benedetti, Erwan Bertrand, Stefania Bordoni, Roberto Cardarelli, Anne Cook, Alessandro Dallocchio, Daniel De Negri, Alberto di Meglio, Daniel Dobos, Valerie Domcke, Giuseppe Fidecaro, Maria Fidecaro, Despina Hatzifotiadou, Michael Hoch, Yannis Kyriakos Semertzidis, Joel Lahaye, Luciano Maiani, Lino Miceli, Lorenzo Paolozzi, Enzo Paradiso, Ludovico Pontecorvo, Serhiy Senyukov, Gurpreet Singh Chahal, Harri Toivonen, Hans Van Haevermaet, Valentina Venturi, Matteo Volpi, Susana Wong, Konstantin Zioutas

fotografia:

produttore:

Serena Gramizzi, Laurence Ansquer, Bram Crols

produzione:

Bo Film, con il contributo del MiBACT, Tita Productions, Associate Directors, Regione Emilia-Romagna Film Commission, Région Provence-Alpes-Cote d’Azur con il sostegno di CNC, France Télévisions, France 3 Auvergne Rhone Alpes, PROCIREP, VAF – Vlaams Audiovisueel Fonds, Belgische Tax Shelter maatregel

paese:

Italia / Francia / Belgio

anno:

2018

durata:

74'

formato:

colore

status:

Pronto (04/02/2019)

premi e festival:

C’era una volta una cittadella al confine franco-svizzero chiamata CERN. Secondo Alvaro de Rujula, una delle eminenze della comunità scientifica che “manda avanti  la baracca”, i fisici sono più modesti degli architetti poiché costruiscono le loro cattedrali sottoterra. Poco dopo, un altro sostiene, senza ironia, che “probabilmente le scoperte più importanti sono state fatte nella caffetteria”.
Come si poteva immaginare, Anna de Manincor e il collettivo ZimmerFrei vanno in direzione opposta a quella dei film dedicati a questa istituzione. Lasciano il Bosone di Higgs o le onde gravitazionali sullo sfondo a beneficio degli esseri umani che lavorano in questo labirinto di corridoi, fili e parti metalliche di alta precisione alla ricerca di “quasi nulla”. Sottotitolato “CERN – Experimental City”, Almost Nothing guarda con acutezza, a volte con umorismo, la vita di questa comunità piuttosto speciale, una vera esperienza umana e sociale i cui attori sembrano inventare ogni giorno le regole di funzionamento”.

Emmanuel Chicon per Vision du Rèel

Quando si pensa alla scienza, si focalizzano le grandi scoperte: il Bosone di Higgs! Le onde gravitazionali! A volte si dimentica che cosa succede tra una scoperta e l’altra: c’è un gruppo di persone che continua a fare un lavoro metodico. Al confine tra Svizzera e Francia c’è una cittadella chiamata CERN, una comunità internazionale di migliaia di persone che lavorano con un obiettivo comune. Come possono lavorare per anni – talvolta per decenni – come un unico, enorme cervello collettivo? Che cosa cercano?