Fucilateli - Commissione d’inchiesta su Caporetto 1918-19

vedi anche

Trailer

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Fucilateli - Commissione d’inchiesta su Caporetto 1918-19

Fucilateli - Commissione d’inchiesta su Caporetto 1918-19

titolo originale:

FUCILATELI - COMMISSIONE D’INCHIESTA SU CAPORETTO 1918-19

fotografia:

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2019

durata:

72'

formato:

colore

status:

Pronto (01/10/2019)

Il tema della Giustizia Militare a cent’anni di distanza è ancora oggetto di analisi e dibattito, per la storiografia e l’opinione pubblica italiana.
Nel 1917, i gravi fatti di Caporetto portarono numerose e note conseguenze nella storia del nostro Paese, tanto che nel 1918, l’allora Presidente Orlando decise di istituire una Commissione d’Inchiesta sui fatti di Caporetto al fine di determinare le responsabilità militari e personali che gettarono il paese in una situazione di estremo pericolo. L‘esigenza era quella di placare l’opinione pubblica, specialmente nei territori colpiti dal disastro, costretti, loro malgrado, al profugato o all’occupazione forzata per un intero anno.
Fu in questa capillare inchiesta che emersero i fatti relativi alla gestione del “capitale umano” e della giustizia militare, spesso risultato di interpretazioni personali di singoli ufficiali che con la necessità di tenere l’ordine passarono per le armi soldati di ogni rango e grado.
Nel 1919 vennero pubblicati gli esiti di tale commissione, in particolare, a scuotere l’opinione pubblica fu la relazione dell’Avv. Gen. Militare Tommasi che portò alla luce fatti relativi alle fucilazioni sommarie che incendiarono letteralmente gli animi della popolazione, la quale iniziò a mandare lettere e testimonianze ai giornali dell’epoca, con storie e fatti di cui erano stati testimoni, il Governo, allora, mosso dall’intenzione di riportare un clima di pace e ordine nel paese già martoriato dalla lunga guerra, decise di secretare gli atti.