ALLA RIVOLUZIONE SULLA DUE CAVALLI (opera seconda)

vedi anche

trailer

backstage

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

ALLA RIVOLUZIONE SULLA DUE CAVALLI

ALLA RIVOLUZIONE SULLA DUE CAVALLI

ALLA RIVOLUZIONE SULLA DUE CAVALLI

titolo originale:

ALLA RIVOLUZIONE SULLA DUE CAVALLI

titolo internazionale:

OFF TO THE REVOLUTION BY A 2CV

fotografia:

montaggio:

scenografia:

produttore:

produzione:

Sintra, Rai Cinema, Panter Film, con il contributo del MiBACT

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2001

durata:

95'

formato:

35mm - colore

aspect ratio:

2.35:1

sonoro:

Dolby SR DTS Digital

uscito in sala:

12/10/2001

premi e festival:

E' l'alba del 25 aprile 1974 quando Marco, un ragazzo italiano di circa 25 anni, e Victor, il suo amico portoghese, lasciano Parigi a bordo di una Due Cavalli gialla. Meta del viaggio: Lisbona, che proprio quella notte è stata liberata dalla più lunga dittatura d'Europa.
Il sogno di partecipare ad un evento storico irripetibile, la voglia di un altro viaggio insieme, la curiosità di conoscere luoghi e gente nuovi spingono i due ragazzi verso una nuova avventura. Ma l'avventura non può essere completa senza Claire, ex fidanzata di Victor e compagna degli anni di studio a Parigi. Lei è disposta a prendersi una breve vacanza dalla vita di tutti i giorni, dal marito e dal figlio piccolo, pur di formare seppur per poco tempo, un terzetto che ha già vissuto esperienze indimenticabili.
La "mitica" 2CV, gli stupendi paesaggi che attraversano, le frontiere da passare tra mille difficoltà, i tanti incontri che la strada offre, la colonna sonora che la radio trasmette, sono gli ingredienti di un viaggio che sicuramente i tre non potranno dimenticare.
Ognuno porta con sé i propri ideali, i propri sentimenti, ognuno ha le proprie motivazioni per un viaggio che sarà anche un viaggio dentro se stessi, alla scoperta dei veri valori della vita, alla ricerca di qualcuno con cui condividerli.
L'arrivo a Lisbona, l'incontro con l'idea di libertà che diventa realtà, segneranno nei tre ragazzi quel sottile passaggio fra un’adolescenza fin troppo prolungata e la loro vita reale da adulti.
Tratto dal romanzo omonimo di Marco Ferrari.