Producers on the Move
mercoledì 26 giugno 2019

VOCI

vedi anche

trailer real video

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

VOCI

VOCI

VOCI

titolo originale:

VOCI

fotografia:

presentato da:

Lantia Cinema & Audiovisivi

produzione:

Factory, Rai Cinema, con il contributo del MiBAC

paese:

Italia

anno:

2001

durata:

105'

formato:

colore

uscito in sala:

10/05/2002

premi e festival:

Michela, giornalista alle prime armi, timida e introversa, nasconde a se stessa la sua reale natura di donna volitiva e amante della vita.
Angela, prorompente, solare e adolescenziale, incarna tutto quello che Michela potrebbe essere, ma di cui ha paura.
Abitano nello stesso palazzo; col tempo tra loro potrebbe nascere un’amicizia, ma Angela viene brutalmente assassinata in circostanze misteriose.
Indagare sulle cause dell’omicidio è l’unico gesto che Michela può compiere verso la “mancata amica”. Sfidando i propri complessi e le proprie debolezze, Michela si avventura nel passato di Angela. Quasi inconsapevolmente, riporta a galla i brandelli di una vita segnata da continue violenze coperte dall’omertà familiare.
Molte sono le voci che cercano di distogliere Michela dalla sua ricerca di verità, ma saranno l’attrazione e la fiducia che la donna ripone in Momcilo, un grande amico di Angela, che la porteranno sulla strada giusta. Momcilo, nonostante un passato oscuro e il forte sospetto che grava su di lui quale assassino di Angela, è in realtà l’unico ad aver sempre rispettato e capito la ragazza. Grazie a lui, Michela scoprirà che le cause della sofferenza di Angela sono custodite fra le mura domestiche.
Un rapporto incestuoso con il patrigno, nato con l’adolescenza e mai concluso, ha spinto Angela a crearsi un’esistenza solo apparentemente serena e vitale.
Sempre al centro dell’attenzione, Angela non si è mai resa conto di suscitare l’invidia e la gelosia di altre donne. Infatti, l’assassina è fra loro: Sabrina, segretamente innamorata di Momcilo, uccide Angela in un raptus di gelosia.
Michela, nel tentativo di smascherare il responsabile della morte, scopre un doloroso passato che, altrimenti, sarebbe rimasto nascosto per sempre. E lei stessa impara a non temere di amare la vita quanto vorrebbe.
Dal romanzo di Dacia Maraini.