Producers on the Move
mercoledì 24 luglio 2019

IL TRIONFO DELL'AMORE

vedi anche

backstage

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

IL TRIONFO DELL'AMORE (THE TRIUMPH OF LOVE)

IL TRIONFO DELL'AMORE (THE TRIUMPH OF LOVE)

IL TRIONFO DELL'AMORE (THE TRIUMPH OF LOVE)

titolo originale:

THE TRIUMPH OF LOVE

regia di:

fotografia:

montaggio:

scenografia:

costumi:

presentato da:

Fiction

produzione:

Fiction, Navert Film, Recorded Pictures Company (London)

distribuzione:

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2000

durata:

107'

formato:

colore

uscito in sala:

07/09/2001

premi e festival:

Leonida (Mira Sorvino), principessa di Sparta, siede sul trono che suo padre usurpò al padre di Agis (Jay Rodan). Per profondo senso di giustizia Leonida decide di restituire il trono e il rango ad Agis… ma non solo. Avendolo visto di nascosto, mentre il giovane nuotava in un laghetto, si è perdutamente innamorata di lui; dunque il suo piano è quello di conquistare il cuore del giovane, farne il suo sposo e restituirgli ciò che gli spetta di diritto.
Agis è stato allevato in gran segreto, in una villa protetta da un massiccio muro di cinta, dal filosofo Ermocrate (Ben Kingsley) e da sua sorella Leontina (Fiona Shaw) secondo i principi della filosofia illuministica. Devoti alla dea ragione, essi disprezzano emozioni e sentimenti e diffidano di tutto ciò che è misterioso e inspiegabile. Hanno insegnato al giovane Agis a odiare la principessa.
Leonida e la sua fedele dama di compagnia Corine (Rachael Stirling), travestite da uomini, si introducono nella villa. Ecco dunque arrivare nel giardino della villa Focinio (Mira Sorvino) ed Ermidas (Rachael Stirling), due studenti ansiosi di abbeverarsi alla fonte del sapere di Ermocrate. I due mettono in atto con l’aiuto dei servitori Arlecchino (Ignazio Oliva) e Dimas (Luis Molteni) una macchinazione astuta e sensuale, una performance ricca di colpi di scena, inganni e seduzioni che nel nome del supremo interesse di Stato e della Giustizia fanno sì che l’Amore, ancora una volta, trionfi.
Tratto da una commedia di Marivaux.