NELLA TERRA DI NESSUNO

vedi anche

trailer

backstage

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

NELLA TERRA DI NESSUNO

NELLA TERRA DI NESSUNO

NELLA TERRA DI NESSUNO

titolo originale:

NELLA TERRA DI NESSUNO

titolo internazionale:

NOBODY'S HEART

fotografia:

montaggio:

scenografia:

produzione:

Caviar Produzioni, con il contributo del MiBACT

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

1999

durata:

84'

formato:

35mm - colore

aspect ratio:

1.85:1

sonoro:

Dolby SRD

uscito in sala:

08/06/2001

Siamo all’inizio degli anni ’80. Un uomo politico viene rapito e muore per un infarto, durante un interrogatorio. Prima però i terroristi hanno videoregistrato il suo racconto sullo scambio di tangenti tra imprenditori e politici. Solo chi ha condotto l’interrogatorio sa dove viene nascosta la videocassetta.
Passa del tempo. L’avvocato Scalzi viene chiamato nel carcere di massima sicurezza sull’isola di Cancelli, da Federico Giordani, un detenuto politico di cui è stato difensore. Nella sua cella è stato trasferito in gran segreto il terrorista Talieri, che è a conoscenza del luogo in cui la videocassetta è stata nascosta. I due vogliono farla arrivare nelle mani dell’avvocato di Talieri e pensano che Scalzi sia la persona giusta per fargliela recapitare.
Dopo varie difficoltà Scalzi riesce a incontrare Federico in un clima di tensione fortissima – la morte oscura di un detenuto ha provocato la protesta dei detenuti. Federico gli consegna, insieme al bucato sporco, una camicia che ha cucita nel colletto la chiave della cassetta di sicurezza dove è nascosta la cassetta. Scalzi esce dal carcere insieme a Katia, la sorella di un pluriomicida. Non possono tornare sulla terraferma perché non c’è nessun mezzo disposto a riportarli indietro.
In carcere, intanto, scoppia la rivolta. I detenuti usciti dalle celle distruggono quello che incontrano sul loro cammino, si consumano le solite vendette. Anche il fratello di Katia viene ucciso. Scalzi viene svegliato nel cuore della notte. I rivoltosi hanno chiesto un mediatore e il direttore del carcere ha pensato di chiamare lui. Ma i rivoltosi non lo conoscono e Federico deve uscire dalla cella per riconoscerlo. Non appena Federico esce dalla cella, Talieri viene ucciso. Federico e Scalzi si accorgono troppo tardi di essere caduti in una trappola. Scalzi torna a casa e la trova completamente sottosopra. Recupera la cassetta, ma quando la inserisce nel videoregistratore appaiono le immagini di un cartone animato. Scalzi guarda quelle immagini impotente, consapevole del fatto che chi voleva che i segreti rimanessero tali, ha fatto il suo dovere.
Tratto dal romanzo di Nino Filastò.