CARUSO ZERO IN CONDOTTA

vedi anche

backstage

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

CARUSO ZERO IN CONDOTTA

CARUSO ZERO IN CONDOTTA

CARUSO ZERO IN CONDOTTA

C'era una volta... Lorenzo uno psicologo di 40 anni, con sua figlia Giulia di tredici anni. La loro casa è immersa nel verde e lì c'è sempre Mary che li aspetta, la tata di colore che segue Giulia da quando è nata, perché Lorenzo è rimasto vedovo, quando Giulia era piccola.
Le loro giornate scorrono tranquille, Giulia, la bicicletta, la scuola. Lorenzo, il lavoro, Giulia, la casa, e Olga... Olga, se così si può dire è l'unico neo nella vita di Lorenzo. Olga è la donna da cui lui è attratto, ma allo stesso tempo cerca di distaccarsi a causa del carattere eccessivo e dirompente di lei. Olga è davvero una donna bizzarra.
Ma ecco che una bella mattina Lorenzo scopre che la sua Giulia con altri cinque bambini fa parte di una Baby gang, che ha al suo attivo diverse denuncie.
E’ un colpo. Lorenzo non può crederci, eppure le prove sono schiaccianti. Proprio a lui, un padre psicologo e' accaduto questo!
Cominciano da qui gli incubi di Lorenzo. Scava in se stesso fino a far riaffiorare il bambino che c’è' in lui, ha tutte le reazioni possibili, dalla gelosia al furore, è comprensivo, è severo, sbaglia, prova a riparare, peggiora le cose. Al tutto si aggiunge Olga con la sua presenza-invadenza, con i suoi suggerimenti appassionati, con le sue trovate assurde, che ancora di più allibiscono Lorenzo.
Intanto Giulia si prende gioco di lui, è un rincorrersi di situazioni imbarazzanti, fino a che la vicenda precipita. I carabinieri sono dentro casa. Giulia non ha previsto che aver nascosto una pistola con i suoi amici avrebbe scatenato una enorme serie di guai. Giulia ora è di nuovo una bambina, una bambina che si è messa nei guai senza saperlo, che ha bisogno dell’aiuto e della protezione del padre.
Lorenzo farà quello che solo un padre può fare, prendersi la colpa al posto suo. Giusto o no, non importa, un papà cosi ce l'ha solo Giulia.