RESURREZIONE

vedi anche

vedi anche

backstage

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

RESURREZIONE

RESURREZIONE

RESURREZIONE

titolo originale:

RESURREZIONE

titolo internazionale:

RESURRECTION

scenografia:

produttore:

produzione:

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2001

durata:

100'

formato:

colore

premi e festival:

Siamo tra i molti che da sempre hanno subito il fascino di “Resurrezione” di Leone Tolstoj: di questa opera che si pianta con prepotenza fra due secoli, testimone della fine di un mondo che deve morire, e della nascita di un altro mondo che va alla ricerca, spesso tragica, di nuove dimensioni umane.
Ma tutto questo rimarrebbe materia inerte, rischiando di perdersi nell'eloquio moraleggiante, se non si accendesse di vita in una delle storie d'amore più appassionate e popolari della letteratura universale. Una storia d'amore dall'inizio folgorante in un aula di tribunale, tra i giurati che, nel corso di un processo farsa, condannano per velenificio la giovane prostituta Katiuscia. Tra i giurati c'è il principe Neclyudov, l'uomo che anni prima sedusse la giovane allora innocente, abbandonandola poi al suo destino di perdizione. Si è dimenticato di lei, immerso nei privilegi e nelle ipocrisie della sua classe.
La riconosce, sulla panca degli imputati ed è come se improvvisamente si risvegliasse da un sonno colpevole. Rinuncia a tutto, dedica la sua vita a lei. Dopo aver tentato inutilmente di liberarla, con lei si incammina verso la Siberia, dove i lavori forzati attendono Katiuscia. Un viaggio attraverso un paesaggio grandioso e terribile e durante il quale i due giovani incontrano una umanità dai mille volti: donne, uomini oppressi e oppressori, cinici o innocenti, arresi o ribelli, abbruttiti o riscattati dalla forza dell'utopia. Tra di loro Simonson, un giovane rivoluzionario. Ha usato la violenza, ha anche ucciso. Ma la sua anima è pura e innocente come i suoi occhi azzurri. Si innamora di Katiuscia.
Il lungo viaggio alla ricerca disperata di un approdo di salvezza, accompagna l'avventura amorosa dei protagonisti verso il suo epilogo doloroso ma aperto alla speranza.

Paolo e Vittorio Taviani