CUORI ESTRANEI (opera prima)

vedi anche

vedi anche

sito ufficiale

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

CUORI ESTRANEI

CUORI ESTRANEI

CUORI ESTRANEI

titolo originale:

CUORI ESTRANEI

titolo internazionale:

BETWEEN STRANGERS

regia di:

sceneggiatura:

montaggio:

scenografia:

distribuzione:

paese:

Italia/Canada

anno:

2002

durata:

97'

formato:

35mm - colore

aspect ratio:

1.85:1

sonoro:

Dolby SR

uscito in sala:

13/09/2002

premi e festival:

Between Strangers racconta le storie di tre donne le quali, pur non conoscendosi tra loro, sono alle prese con sogni, desideri e scelte curiosamente intrecciati tra loro e le cui conseguenze condizionano pesantemente l'andamento delle loro vite quotidiane. Costruito su piani diversi, Between Strangers analizza da vicino Ia vita di tre donne sulle quali pesa il rapporto difficile e irrisolto con i rispettivi padri.
Olivia (Sophia Loren) disegna in segreto da anni, ma di recente i suoi disegni sembrano scaturire da una sorta di ossessione che trova origine in un sogno ricorrente. Il sogno distoglie Olivia dal rapporto quasi materno che ha con il marito costretto su una sedia a rotelle e la porta verso la figlia partorita in giovanissima età e abbandonata su suggerimento del padre.
Natalia (Mira Sorvino) fa la fotoreporter e ha appena ottenuto la sua prima copertina su una prestigiosa rivista. Tuttavia, il bisogno di scoprire che cosa è successo alla donna dell'Angola da lei ritratta le impedisce di godere appieno della tanto agognata celebrità.
II padre di Natalia, famoso fotografo, non riesce a convincerla. Natalia, seguendo la voce della coscienza, decide di intraprendere una nuova strada. Infine c'è Catherine (Deborah Kara Ungcr), violoncellista di successo consumata da un dolore prolungato, che abbandona la famiglia per incontrare suo padre anche se è ancora titubante su come vendicarsi dell'uomo da lei ritenuto responsabile della morte della madre.
Mentre le storie vanno avanti, le tre donne si lasceranno trascinare dalla visione di una ragazzina la quale essendo al tempo stesso l'immagine di un'infanzia ormai perduta e un persistente richiamo ai loro desideri repressi, diventa una sorta di catalizzatore che spingerà ognuna delle tre protagoniste a vivere in maniera più libera e leggera i nuovi desideri finalmente ben definiti.