HO VISTO LE STELLE

titolo originale:

HO VISTO LE STELLE

sceneggiatura:

fotografia:

scenografia:

produzione:

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2003

durata:

91'

formato:

colore

uscito il:

19/12/2003

Il protagonista della storia è Antonio (Vincenzo Salemme), un quarantenne, nato in un paesino vicino Napoli. Orfano di entrambi i genitori è cresciuto con i nonni che lo hanno coccolato e viziato. Soprattutto il nonno (Gian – Fabio Bosco), un uomo pieno di immaginazione, ha trasmesso al nipote l’amore per la vita e la propensione quasi patologica a vivere le cose con il filtro gradevole della fantasia. “Con la fantasia si può arrivare dappertutto!” amava ripetere al piccolo nipote il nonno Antonio e il ragazzino ha fatto tesoro di quei consigli: Forse un po’ troppo tesoro poichè ancora adesso che è un adulto almeno all’anagrafe, non riesce a perdere questo atteggiamento goliardico e fanciullesco nell’affrontare la vita. Proprio per questo decide di partire un bel giorno per Milano, attratto da un annuncio trovato su internet, un fantomatico concorso per entrare a far parte del gruppo di concorrenti che prenderanno parte a una sorta di reality show internazionale. Il concorso è una truffa ma Antonio non se ne accorge nonostante i dubbi di Eugenio (Maurizio Casagrande), il suo amico di sempre, che lo accompagna in tutta l’avventura.
Così, al contrario dell’inconsapevole signor Truman nell’omonimo film che non si accorgeva di vivere una finta realtà, osservato da milioni di telespettatori, il nostro Antonio Savarese da Napoli, crede di essere spiato da mille telecamere, circondato da migliaia di attori camuffati da persone reali, immagina microfoni e micro chip nascosti dappertutto. E allora, con grande divertimento, recita il suo ruolo o meglio, il ruolo che i truffatori gli hanno assegnato: gli hanno detto che serviva un gay autentico e lui, pur di essere scritturato, adesso si ritrova a recitare quel ruolo in maniera pacchiana, eccessiva. Ma lui è convinto di fare bene perché nessuno gli dice niente, nessuno lo rimprovera anzi...! Il signor Renato (Claudio Amendola), un boss molto potente, proprietario del locale nel quale ha trovato lavoro come cameriere, gli affida la bellissima ragazza russa, Alina (Alena Seredova), di cui è innamorato e disperatamente geloso. E Antonio sempre più si convince di essere nella trama di una grande soap. Non si rende conto che Renato, Alina, e tutti gli altri, sono persone vere. Proprio non riesce a distinguere la realtà dalla fantasia. Fino a quando non arriva l’amore e allora...