La Kryptonite nella borsa (opera prima)

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

La Kryptonite nella borsa

La Kryptonite nella borsa

titolo originale:

LA KRYPTONITE NELLA BORSA

titolo internazionale:

KRYPTONITE!

regia di:

fotografia:

scenografia:

produzione:

Indigo Film, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT

distribuzione:

vendite estere:

paese:

Italia

anno:

2011

durata:

110'

formato:

35mm - colore

aspect ratio:

2.35:1

uscito in sala:

04/11/2011

Peppino Sansone è, come tutti spesso gli dicono, un bambino speciale. Molto speciale. Ed è dubbio che questo sia un complimento.
Peppino ha sette anni, è decisamente bruttarello, è l’unico della sua classe a portare gli occhiali, e vive in una famiglia affollata e piuttosto scombinata della Napoli degli anni settanta. Suo cugino più grande, Gennaro, crede di essere Superman e va in giro per il quartiere vestito con una calzamaglia azzurra e una mantellina da parrucchiere annodata sulle spalle.
Quando Gennaro muore, cercando di fermare un autobus in corsa, la fantasia di Peppino riscrive la realtà e lo riporta in vita, come se il cugino fosse effettivamente il supereroe che dice di essere. Ed è grazie a questo amico immaginario, a questo superman napoletano dai poteri traballanti, che Peppino riesce ad affrontare le vicissitudini della sua famiglia, la depressione della madre Rosaria, i tradimenti del padre, che ha per amante la figlia del tabaccaio, e soprattutto le follie dei due zii giovani, Titina e Salvatore, che lo portano in giro per una Napoli folle e colorata, fra collettivi femministi e feste in discoteca, facendogli anche varcare di straforo qualche ‘porta della percezione’.
Nel giro di pochi mesi i destini della famiglia Sansone si rovesciano completamente: Rosaria scopre strade moderne per affrontare il tradimento del marito, suo padre Antonio torna a casa, gli zii giovani hanno un inaspettato impatto con la vita, e Peppino finalmente supera la sua personale linea d’ombra e riesce a diventare grande.