Vento di Sicilia - Vespro d'un rinnegato

vedi anche

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Vento di Sicilia - Vespro d'un rinnegato

Vento di Sicilia - Vespro d'un rinnegato

titolo originale:

VENTO DI SICILIA - VESPRO D'UN RINNEGATO

titolo internazionale:

SINS EXPIATION

regia di:

cast:

Giovanni Martorana, Danny Glover, John Savage, Hal Yamanouchi, Veronica D'Agostino, Toni Gambino, Elisabetta Rocchetti, Cassandra Gava, Ervin Bejleri, Michael Madsen, Steven Bauer, Annie Jeffreys, Karl Potter, Aldo Fortunato, Abrhaam Fontana

sceneggiatura:

Christian Repici

fotografia:

Ugo Lo Pinto, Riccardo Grattarola

scenografia:

Antonella Fusco

costumi:

Gina La Rocca

musica:

Aldo Azzari. Franca Sebastiani

effetti visivi:

Massimiliano Benvenuti

produttore:

Carlo Fusco, Adriano Pecchia

produzione:

Sc My Country Production, Wind Of Corleone Film, Two Brothers Production, North2north Ltd

paese:

Italia/Romania/UK

anno:

2012

durata:

100'

formato:

35mm - colore

premi e festival:

  • Terra di Siena Film Festival 2013: In Concorso

Una serie di omicidi aprono la storia di Davide, sono ricordi confusi di quando viveva in sicilia, allora non era cieco e faceva parte del clan della famiglia Cortello che spadroneggiava sul territorio. Davide parte, un lungo viaggio di ritorno verso la sua terra natia, sul treno conosce Father Leonard un prete Afroamericano . Hanno un passato e un presente in comune, sul treno anche una misteriosa donna che fa parte del passato del prete.
I due uomini si presentano e cominciano a parlare, father leonard fa molte domande un po’ spinto dalla curiosità, un po’ perché intuisce che l’uomo seduto di fronte a lui ha un peso sullo stomaco che lo accomuna a se stesso.
Una serie di ricordi ci portano un paio di anni indietro. Davide e Vito suo compagno di avventure vivono facendo furtarelli e cose di poco conto finchè un giorno Davide si fa coraggio e si presenta a don michele boss della famiglia cortello, viene accolto e successivamente con lui anche vito. La famiglia subito si rende conto che Vito è un ottimo elemento coraggioso ma soprattutto capace di premere il grilletto Davide non ha la stoffa, può solo spacciare droga e poco altro, inoltre ha un brutto vizio quello di parlare troppo con i preti.Nel frattempo sta succedendo qualcosa di grave non solo in Sicilia ma anche Oltre Oceano, ad Agrigento è da poco arrivato Dan Mancino psicopatico e fanatico che fa le veci di Don Federico uomo di spicco di una famiglia di emigranti residente a New york, Federico è altrettanto fuori di testa ama legare ad una sedie i suoi nemici e prima di ucciderli legge o recita una frase del Corano nonostante non sia Mussulmano. Mentre la famiglia Cortello è occupata a riscuotere il pizzo uccidendo anche un pasticcere che si ribella, Dan mancino osserva e comincia a prendere potere. Quando la famiglia Cortello si rende conto di cosa stia succedendo è ormai troppo tardi, unitile chiedere aiuto alle altre famiglie, inizia una guerra o meglio un massacro della famiglia cortello. Dan Mancino oltre ad essere forte è anche astuto e gira a suo favore ogni situazione che li si presenta, come la donna del pasticcere ucciso dalla famiglia cortello che diventerà una dei suoi… Davide si scopre essere il fratellastro di Federico quindi senza far capire nulla a nessuno Dan mancino lo convince a tradire i cortello e a passare dalla sua parte.
Oramai il potere assoluto sia in Sicilia che a New york è in mano a Don federico, Davide a causa di un incidente perde la vista e scappa a Roma, il fratellastro lo lascia fare.
Anche Father Leonard racconta sul treno a davide la sua storia , prima di essere un prete faceva affari con un certo williams che dopo svariate circostanze ucciderà dopo una serata in teatro, la donna sul treno invece si rivelerà essere la moglie di williams.
Il viaggio giunge al termine, father Leonard scende, Davide continua la sua corsa nell’addormentarsi fa un incubo , don michele che lo uccide. Nel frattempo mentre Davide è quasi giunto a destinazione, vediamo dall’altra parte dell’Oceano Don federico partire per la sicilia.