L'Uomo gallo

titolo originale:

L'UOMO GALLO

sceneggiatura:

fotografia:

montaggio:

scenografia:

musica:

Papaceccio, Francesco Santalucia

paese:

Italia

anno:

2010

durata:

80'

formato:

35mm - colore

Un bambino handicappato, una gamba più corta dell’altra, nato in una povera famiglia calabrese, viene rinchiuso in un pollaio a razzolare con le galline, facendo esibizione di sé. Crescerà identificando le sue funzioni e mansioni con quelle del re del pollaio: il gallo. Il film, ispirato ad un fatto reale accaduto negli anni 20, prende avvio quando il giovane viene accolto nell’ospedale psichiatrico, dove scopre la dura verità: non è un animale e allo stesso tempo non può rifarsi una vita. Durante la degenza entrerà in contatto con un universo di personaggi buffi ed emarginati, ognuno con i propri sintomi psicotici ma anche con un enorme carico di umanità. A gestire le loro giornate, un’infermiera ed un dottore che nascondono profondi segni di squilibrio, forse più gravi e pericolosi di quelli dei pazienti.