Producers on the Move
martedì 25 giugno 2019

Antonio + Silvana = 2

vedi anche

sito ufficiale

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Antonio + Silvana = 2

Antonio + Silvana = 2

titolo originale:

ANTONIO + SILVANA = 2

cast:

Silvana Basile, Antonio Catalini, Luciano Piastra

fotografia:

montaggio:

paese:

Italia

anno:

2011

durata:

75'

formato:

HD - colore

status:

Pronto (29/09/2011)

“Antonio e Silvana sposi!” racconta la storia di Silvana una donna di quasi sessant’anni innamorata perdutamente di Antonio, un uomo che invece di anni ne ha 77. A Trastevere, un quartiere antico nel cuore di Roma, fermo nel tempo, la tranquillità della gente è stata sconvolta dalle gesta d’amore di Silvana, che per riconquistare Antonio, il suo amore perduto, sarebbe pronta a fare qualsiasi cosa. Silvana è apparsa un giorno dell’inverno scorso in un vicolo di Trastevere. La sua presenza non passa inosservata, perché Silvana porta sul suo volto e sul suo corpo i segni di una vita vissuta al limite, una vita perennemente in fuga, fatta di prostituzione, droga e assistenti sociali. Silvana tutti i giorni aspetta che Antonio esca dalla casa di riposo dove si è rinchiuso a gennaio 2010 e da cui non esce mai per paura di incontrarla. Silvana ed Antonio hanno vissuto insieme per un paio d’anni, poi lui, esasperato dalla gelosia di lei, sfrattato dall’appartamento in cui vivevano e costretto dall’indigenza, è andato a vivere in una casa di riposo che si trova a Trastevere, in fondo al vicolo dove Silvana lo aspetta tutti i giorni ormai da mesi. Lei non si dà per vinta e lui nemmeno: ha preso la sua decisione ed è convinto che la loro storia sia finita per sempre.
Silvana ha sentito fin da subito la necessità di gridare il suo amore per Antonio, di farlo sapere a tutti e ha cominciato a scrivere messaggi d’amore sui muri del vicolo che porta alla casa di riposo. Uno dopo l’altro, mese dopo mese, i messaggi sono qualcosa di più, un vero e proprio romanzo d’amore a puntate che lei gli sta dedicando pubblicamente scrivendolo su tutti i muri della strada. Le scritte, proprio come Silvana, non passano inosservate, perché sono un susseguirsi di emozioni, di amore, di passione a volte di rabbia; sono una vera e propria installazione che si svolge davanti agli occhi degli abitanti di Trastevere quasi quotidianamente. E a Trastevere c’è chi adora Silvana e chi, invece, la detesta, perché pensano che abbia insudiciato la strada e che dovrebbe andarsene da un’altra parte. Ma una parte del quartiere è con lei e la vuole aiutare, perché Silvana è l’emblema della libertà e fa quello che tutti, una volta nella vita, avrebbero voluto fare per amore: gridarlo al mondo per sentirsi viva. E Silvana è viva, guarda solo al futuro, senza mai voltarsi indietro. Aspetta Antonio, fiduciosa che il domani sarà sicuramente migliore di oggi. Antonio, dal canto suo, si è chiuso in un eremo di solitudine. È ancora innamorato di Silvana, ma ha paura della sua gelosia. Vorrebbe uscire e affrontarla, ma la paura del futuro lo frena. Domani, chissà, quando lei gli avrà scritto l’ennesimo messaggio d’amore, riuscirà ad uscire per baciarla.

>Clicca qui