Efp Guide IT
giovedì 20 giugno 2019

Dreamland (opera prima)

vedi anche

sito ufficiale

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

Dreamland

titolo originale:

DREAMLAND

cast:

Tony Sperandeo, Franco Columbu, Ivano De Cristofaro, Marco Balestri, Alberto Sala

sceneggiatura:

Sebastiano Sandro Ravagnani, Ivano De Cristofaro

fotografia:

Massimo Zeri, Antonio Centomani, Stefano Rizzi

montaggio:

Emiliano Alberghini

scenografia:

Giusy Polverino

costumi:

Nadejda Avrionova

musica:

Pasquale Faggiano, Osvaldo Camacque, David Minelli, Ronnie Jones

paese:

Italia

anno:

2011

durata:

94'

formato:

HD - colore

uscito in sala:

08/07/2011

Una storia (romantica e di formazione) a cavallo del tempo, per raccontare un classico viaggio di emigranti, dal sud Italia nel primo dopoguerra, verso la mmerica e tutto il tribolato percorso che giunge sino ad oggi, sempre in bilico tra le due sponde dell’oceano…
La vicenda ambientata nel 1951, inizia nel sud Italia per poi spostarsi, nello stato americano della California, in un quartiere di circa un chilometro quadrato chiamato, non a caso “little italy”.
Siamo a Fullerton, ma potremmo essere a Milwaukee, New York, Boston Chicago e in tante altre città d’America, dove le comunità italiane rappresentavano ancora una vasta componente del tessuto sociale e dove tendevano – nel loro stare racchiusi- a perpetrare usi, costumi, lingua e tradizioni di casa, ed una cultura dove sovente le ragioni erano la violenza e la sopraffazione.
La lotta tra bande rivali domina e condiziona la vita del sonnacchioso quartiere ed un ex pugile stimato da tutti, un tranquillo vedovo che si è riciclato in artigiano e falegname, spesso subisce angherie dai vari bullastri del quartiere. Ma il destino gioca scherzi sottili e quando il pugile riconosce nel capo di una banda il proprio figlio adottivo, decide di difenderlo e nel contempo di convertirlo alla lotta per i diritti umani e per una vita senza violenza.
La cittadinanza, mossa dall’affetto per l’ex pugile e dal fatto che banda di malviventi una si impegni a difesa dell’ordine, contribuirà in massa a realizzare il grande sogno: la fine della violenza e l’estinzione delle gangs dove, in una atmosfera di grande poesia, assistiamo alla nascita di un campione tra le bellezze archeologiche di una Italia a lungo sognata e alla fine, ritrovata