Producers on the Move
lunedì 19 agosto 2019

La Guerra del maiale (opera prima)

clicca sulle immagini per scaricare le foto in alta risoluzione

La Guerra del maiale (La Guerra del Cerdo)

La Guerra del maiale (La Guerra del Cerdo)

titolo originale:

LA GUERRA DEL CERDO

cast:

Victor Laplace, Arturo Goetz, Ricardo Merkin, Roberto Castro, Tony Vilas, Julio Lopez, Vera Carnevale, German Rodriguez, Michel Noher, Silvia Hilario, Julieta Vallina, Susana Falcone

sceneggiatura:

David Maria Putortì, dal romanzo "Diario de la Guerra del Cerdo" di Adolfo Bioy Casares, con la collaborazione di Rafael Azcona e Pietro Piovani

fotografia:

scenografia:

Mariela Ripodas

costumi:

Francesca de Natale

musica:

Juan Pablo De Mendonça

produzione:

Acme Film, Dock Sur

paese:

Italia/Argentina

anno:

2012

durata:

99'

formato:

colore

uscito in sala:

28/06/2018

premi e festival:

  • Festival Internacional del Nuevo Cine Latinoamericano 2013: Muestra de Cine Italiano
  • Festival des Films du Monde de Montréal 2012: Focus on World Cinema
  • Mostra de Cinema Italià de Barcelona 2012: Largometrajes
  • RENCONTRES DU CINEMA SUD-AMERICAIN 2013: Fuori Concorso
  • NOUV.O.MONDE - LE FESTIVAL CINÉMA DE ROUSSET - PAYS D'AIX 2013: Inédite
  • FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANO DI TRIESTE 2013: Premio Miglior Regia, Premio della Critica
  • FESTIVAL LE QUATTRO GIORNATE DEL CINEMA DI NAPOLI 2013: Premio per la Miglior Sceneggiatura
  • PRIMAVERA LATINO AMERICANA A ROMA 2014
  • FESTIVAL ISOLA MONDO - ISOLA DEL CINEMA 2014
  • FESTIVAL INTERNAZIONALE INVENTA UN FILM LENOLA 2014: Menzione Oro Invisibile

La comune e retorica convinzione che l'uomo, invecchiando, finisca per maturare serenità e saggezza, migliorando così il proprio essere fino a divenire persino più buono, è falsa. L'essere umano, una volta superato l'acme della propria esistenza, comincia l'inesorabile e inevitabile discesa verso la morte e in questo lento e spaventoso diminuire, la paura cresce dominandolo, trasformandolo, rendendolo vulnerabile, egoista e vigliacco.
Il paradosso vuole che siano proprio questi uomini a concentrare nelle loro mani privilegi e poteri, tutti i poteri, da quello politico a quello economico, poteri ai quali altri giovani uomini, impazienti di sostituirli, avidamente anelano.
A questo atavico e naturale conflitto tra le generazioni, dove da sempre in posta c'è il potere, è ispirato il film, adattamento cinematografico dello splendido romanzo "Diario della Guerra del Maiale", enorme successo editoriale del grande scrittore argentino Adolfo Bioy Casares.