Vedozero

vedi anche

sito ufficiale

titolo originale:

VEDOZERO

regia di:

sceneggiatura:

fotografia:

montaggio:

musica:

Attila Faravelli

produzione:

paese:

Italia

anno:

2009

durata:

77'

formato:

colore

premi e festival:

70 adolescenti. 70 telefoni cellulari.
Per raccontare i diciotto anni dal proprio punto di vista.
70 realtà diverse, più o meno complicate, più o meno connesse, più o meno sfuggenti.
Un film che le raccoglie. Un ritratto generazionale senza protagonisti, se non l’adolescenza stessa.
Vedozero è una visione. Qualcosa che sta intorno a noi. Dentro al mondo degli adolescenti. Liquido e cangiante. Vedozero è lo “sbattimento” della scuola, le gioie e le paranoie, lo “sballo” artificiale e quello naturale, il culto degli amici, la famiglia mai scontata. E' il fidanzato che non arriva mai, le serate vuote, le fughe dalla classe, gli slalom in skateboard, il dramma della patente, i sogni al luna park, la filosofia sull'altalena e i jeans nuovi che fanno un bel culo.
E infine, è una domanda: sarà questa l'età più bella?
L'idea di Vedozero, nasce dopo un decennio di esperienze maturate in ambito scolastico e cinematografico, dal regista Andrea Caccia e dalla casa di produzione Roadmovie. L'intento: realizzare un film sul mondo degli adolescenti, fatto dagli adolescenti.
Con pochi centimetri quadrati di circuiti elettronici – un cellulare - da utilizzare come diario personale. Da riempire di visioni, di emozioni… di vita. E un sito, sul quale raccogliere giorno per giorno, il materiale prodotto dai ragazzi. Un caleidoscopio di storie vissute in prima persona, fragili verità, scomode riflessioni, scintille d’intimità. Un film corale, fatto di sguardi e percorsi continuamente interrotti, costretti, ed allo stesso tempo esaltati, dalle caratteristiche tecnico/artistiche del telefono cellulare.
Per recuperare il senso etimologico di un’azione, il guardare - che significa anche vigilare, aver cura, conservare, custodire, considerare, riflettere - oggi divenuta semplice automatismo.
Un progetto che è espressione di libertà: culturale, creativa, produttiva. Un film in equilibrio sulla corda tesa della realtà. Per ricominciare a vedere. Da zero. I RAGAZZI-AUTORI
Liceo della Comunicazione "Maddalena di Canossa" di Monza. Classi 4°A e 4°B Airoldi Mattia, Ascari Silvia, Balconi Andrea, Bedendo Matteo, Beretta Stefania, Borghi Valeria, Brunetti Federico, Carnevali Valeria, Ciboldi Matteo, Cifone Manuel, Ciociola Arianna, Colombo Alice, Debiaggi Alessandro, Duse Alessandra, Esposito Carlotta, Franco Sonia, Fregoni Alessandro, Londi Tommaso, Maconi Nicla, Nava Barbara, Paglioni Jahela, Radaelli Sara, Riva Riccardo, Ruscio Stefano, Tagliabue Paola, Vavassori Marco, Viganò Greta
Istituto Professionale "Floriani" di Vimercate. Classi 4° Ets e 4° Cts
Andreoni Jessica, Angioletti Alessandro, Battaglia Vera, Blasi Sofia, Brambilla Serena, Brivio Ylenia, Callegari Gloria, Cereda Ilaria, Corno Chiara, Croce Elisa, Fontana Veronica, Forte Nicoletta, Frigerio Laura, Ghezzi Dalila, Justiniano Cespedes Evelyn, Ljajic Jessica, Marchesi Federica, Martino Angela, Monzones Elvin Jude, Orlando Marianna, Proserpio Michela, Rurale Alex, Sironi Micaela, Telmi Donia, Teruzzi Francesco, Titone Valeria, Zanella Valentina

Liceo Scientifico Tecnologico "E.Majorana" di Rho. Classe 3°S
Arena Ruben, Benincasa Francesco, Bernardi Federico, Endrizzi Elena, Gatti Alberto, Iannace Giulio, Liporace Marta, Meazzo Luca, Picenoni Alessandro, Premoli Mattia, Ricci Mirko, Rolla Lorenzo, Ronzio Gianmarco, Stella Alessandro, Terzaghi Isabella, Vasco Federica