Producers on the Move
domenica 21 luglio 2019

A Dark Rome (opera prima)

vedi anche

sito ufficiale

titolo originale:

A DARK ROME

sceneggiatura:

fotografia:

Tommaso Biciocchi

costumi:

Farah Karouta

musica:

Andrea Tosi

produzione:

distribuzione:

paese:

Italia

anno:

2014

durata:

92'

formato:

HD - colore

aspect ratio:

1:1.69

premi e festival:

  • Macabre Faire Film Festival 2015: Best Cinematography
  • L. A. Neo Noir Film Fest 2014: Honorable Mention
  • Beyond the Beaten Path Film Festival 2014: Official Selection
  • Festival del Cinema Indipendente di Foggia 2014
  • Fantafestival Roma 2015
  • Marbella International Film Festival 2015: Nomination Best Story
  • Torremolinos Fantastic Film Festival 2015
  • Buffalo Dreams Fantastic Film Festival 2015: in Concorso
  • TIFVA Toronto International Film and Video Awards 2015: Nomination “Best No-Budget Feature”

“A Dark Rome” è la storia di un giovane tatuatore Gallese arriva a Roma con le migliori intesioni, ma si ritrova a lavorare in un ambiente corrotto e resta presto coinvolto in un omicidio.
Patrick viene a Roma per lavorare con un suo amico, Frank, in una sala tatuaggi all’interno di in un particolare centro estetico nel cuore di Roma. In questo centro estetico c’è anche una sala tatuaggi e tutti i loro clienti sono Preti. Patrick scopre di dovere lavorare mal pagato e sfruttato ed ha fretta di cambiare la sua situazione.
Il giovane tatuatore Patrick tradisce il suo amico Frank, rivelando la sua presunta relazione con la moglie del proprietario. Quest’ultimo, Gabriele, non si limita a licenziare Frank, ma lo uccide.
Da questo momento Patrick è soggetto a due forze opposte: Il fantasma di Frank appare a Patrick e gli chiede di andare alla polizia per confessare l’accaduto in modo che il suo cadavere sia ritrovato e Gabriele vada in prigione. Gabriele invece, vedendo che Patrick è molto inquieto, vuole solo che il giovane si confessi con uno dei preti che frequentano il centro estetico.
Il dilemma di Patrick quindi è: la Polizia o il prete?

NOTE DI REGIA.
Questa è una storia su come ognuno di noi si confronta con i propri sensi di colpa. Il fantasma di Frank rappresenta il senso di colpa di Patrick per essere stato la causa della morte del suo amico maestro di tatuaggi. Patrick cerca di lottare contro il bisogno di confessare il suo crimine – aver preso parte all’omicidio – ma il fantasma è sempre presente per ricordargli di andarsi a confessare.
Il fantasma, chiede a Patrick di recarsi alla polizia affiché il suo corpo venga ritrovato e portato via dal deposito di un vivaio dove è stato nascosto. Alla fine Patrick prende la decisione di non confessarsi alla polizia, ma lui sottovaluta il potere del fantasma.
I preti, Don Carmine, Don Paul e Don Lorenzo, sono i clienti del centro estetico, molto più attenti a curare la propria immagine che non a svolgere i loro doveri spirituali.
L’unico modo in cui cercano di aiutare il prossimo è attraverso la pratica della confessione: aiutano i peccatori ad alleggerire la propria coscienza sentendosi perdonati per ciò che hanno commesso.